Una domanda?
Bisogno di aiuto?

Mastersizer 3000

Il granulometro

Il Mastersizer 3000 esprime oggi lo stato dell'arte della granulometria a diffrazione laser. Rappresenta l'ultima generazione Mastersizer, la più popolare serie di granulometri laser al mondo. Con oltre 40 anni di esperienza nella diffrazione laser e nella comprensione delle sue applicazioni, la Malvern Panalytical propone con il Mastersizer 3000 uno strumento modulare progettato per rispondere ai requisiti dei più moderni laboratori di ricerca e controllo qualità: alte prestazioni, flessibilità e facilità d’uso. 

2017 Brochure Serie Mastersizer 3000

Il Mastersizer 3000 in 5 punti:

  • Design compatto e d’avanguardia: solo 69 centimetri di lunghezza!
  • Prestazioni allo stato dell’arte:
    • 0.01-3500 microns (10nm-3.5mm): campo di misura coperto con una sola ottica e una risoluzione submicronica ineguagliata
    • Misure rapidissime: acquisizione a 10 kHz ovvero un’acquisizione ogni 100 microsecond
    • Robustezza e riproducibilità delle misure
  • Unità per dispersioni ad umido rapide ed efficaci con sonicazione in-line
  • Unità per dispersioni a secco, nuovo punto di riferimento ottimizzato sia per polveri fragili che coesive
  • Software interattivo intelligente di ultima generazione

Specifiche tecniche:

  • Granulometro laser per sospensioni, emulsioni e polveri asciutte
  • Campo di misura: 0.01-3500 microns
  • Secondo laser blu da 10mW a 473nm
  • Acquisizione 10kHz
  • Analisi: Teoria di Mie e Fraunhofer
  • Campionamento-misura-lavaggio in meno di 60 secondi
  • Allineamento: automatico
  • Sorgente: Laser rosso He-Ne 4mW  632.8 nm - LED Blu 10mW 470nm 
  • Riproducibilità migliore del 1%, ripetibilità migliore del 0.5%, accuratezza migliore del 0.6%
  • Detector: rivelatori log-spaced disposti in un campo angolare da 0.015 a 144 gradi

 

Software:

  • Visualizzazione in un’unica schermata di tutte le funzioni di controllo, dei risultati grezzi ed elaborati, e degli strumenti d’ottimizzazione delle analisi
  • Sviluppo metodi istantaneo grazie alla trend-view e al calcolo delle deviazioni standard in tempo reale in funzione dei requirements delle ISO13320-1. 
  • I vostri risultati, a modo vostro con un report-designer immediato e facile
  • Tutto il supporto di uno specialista Malvern disponibile in tempo reale grazie alla funzione di Intelligenza Artificiale Expert advice
  • SOP Player di ultima generazione

 

Sistemi di dispersione: ad umido e a secco, un’unità di dispersione per ogni applicazione

 Le unità di dispersione sono controllate in automatico dal software del Mastersizer3000 in tutte le loro funzioni.

 

HYDRO SIGHT

L'Hydro Sight™ è un accessorio innovativo per la serie Mastersizer, che consente di mostrare le immagini delle particelle durante la misura per una valutazione rapida del grado di dispersione del campione.

L’osservazione in tempo reale delle particelle che fluiscono nella cella del Mastersizer consente di comprendere come la dispersione venga influenzata dalla velocità dell’agitatore, dagli ultrasuoni, dall’uso di un tensioattivo e di uno stabilizzante. Con un click si cattura l’immagine video della dispersione e grazie alla “Dispersion Metrics” (indice di dispersione) si valida rapidamente e oggettivamente la qualità della dispersione, e di conseguenza la validità della misura e del metodo, in accordo con le ISO 13320:2009, USP<429> ed altri standard.

  • Campo misura 9-1000 microns - possibilità della sola  visualizzazione di particelle a partire da 1.4 microns 
  • Osserva e analizza l'andamento della dispersione
  • Rileva in automatico particelle anomale
  • Fornisce informazioni sulla dimensione e forma delle particelle
  • Consente la validazione rapida dei metodi

HYDRO SV

Unità di dispersione per piccoli volumi. L'Hydro SV è particolarmente utile quando il campione disponibile è molto poco o molto costoso, e quando campione e/o disperdente comportano problemi di sicurezza o di smaltimento.

  • 6ml-7ml di volume totale
  • Elevata compatibilità chimica
  • Agitatore magnetico per la dispersionecontrollato da software
  • Campione e disperdente recuperabili 
  • Wash Station per operazioni di lavaggio semplici e veloci

HYDRO SM

Unità di dispersione a controllo manuale per volumi medi, per la misura di campioni in disperdenti non acquosi dove è preferibile ridurre l'uso di solventi. 

  • 50ml-120ml di volume totale
  • Pompa centrifuga e agitatore ad albero singolo con lettura digitale della velocità di rotazione
  • Riempimento, scarico e pulizia manuali
  • Elevata compatibilità chimica 
  • Software guidato da SOPs con istruzioni utente adeguate ad aderire alle GLP e garantire la riproducibilità tra le misure.
      

HYDRO EV

Unità manuale per volumi variabili con sistema unico di pompa centrifuga e agitatore a immersione che consente di utilizzare  beakers standard da laboratorio come contenitore per la dispersione dei campioni. 

  • Compatibilità con beaker da 250ml,600ml e 1000ml per adattare il volume di disperdente ai requisiti dell'applicazione
  • Sonda a ultrasuoni in-line da 40W, per rapida disagglomerazione dei campioni 
  • Potente pompa centrifuga e agitatore a immersione
  • Campione facilmente recuperabile dopo l'analisi
  • Elevata compatibilità chimica 
  • Luce integrata per ispezioni visive della dispersione nel beaker
  • Controllo completo da software del pompa/agitatore e della sonicazione

HYDRO MV

Unità di dispersione a controllo automatico per volumi medi, dedicata alle applicazioni che necessitano una quantità limitata di campione o l'utilizzo di solventi non acquosi.

  • 120ml di volume totale
  • Sonda a ultrasuoni in-line da 40W, per rapida disagglomerazione dei campioni 
  • Potente pompa centrifuga per campionamenti privi di errori
  • Elevata compatibilità chimica 
  • Luce integrata nella vasca per ispezioni visive della dispersione
  • Controllo totale da software di tutte le funzioni di misura, compresa il dosaggio del disperdente, la dispersione del campione e il lavaggio

HYDRO LV

Unità di dispersione a controllo automatico per volumi grandi, dedicata ad applicazioni su campioni con granulometrie grossolane o molto polidisperse, dove volumi maggiori di disperdente sono preferibili per garantire una buona dispersione.

  • 600ml di volume totale
  • Sonda a ultrasuoni in-line da 40W, per rapida disagglomerazione dei campioni 
  • Potente pompa centrifuga per campionamenti privi di errori
  • Elevata compatibilità chimica 
  • Luce integrata nella vasca per ispezioni visive della dispersione
  • Controllo totale da software di tutte le funzioni di misura, compresa il dosaggio del disperdente, la dispersione del campione e il lavaggio

AERO S

Unità di dispersione per polveri a secco di ultima generazione, il design modulare dell'Aero S consente dispersioni accuratissime sia su campioni fragili che coesivi.

  • Sistema di dispersione standard compatibile sia per campioni fragili che coesivi
  • Sistema di dispersione a impatto disponibile per la dispersione di materiali resistenti
  • Sistema di dispersione ceramico disponibile per materiali abrasivi
  • Controllo accurato della pressione per la dispersione, ±0.1bar per una riproducibilità eccezionale
  • Gamma di vassoi e tramogge per l'alimentazione per consentire la misura di campioni di volumi differenti
  • Cella d'analisi chiusa per misure prive di errori e per minimizzare l'esposizione dell'operatore
  • Completo controllo di tutte le funzioni  da software, incluse l'alimentazione  e la dispersione del campione

Determinare la tessitura dei terreni con la granulometria a diffrazione laser

Comprendere i processi chimici, fisici e biologici che avvengono nel suolo permette di ottimizzare l’uso dei terreni per diversi settori come l’agricoltura, i trasporti e lo sviluppo urbano. Una delle proprietà dei terreni che ne determina l’idoneità ai diversi utilizzi è la tessitura, che dipende dalla dimensione delle particelle dei minerali presenti nel terreno. La tessitura può essere misurata attraverso la granulometria delle particelle di minerali presenti nello stesso. Approfondisci i risultati dell’analisi granulometrica di quattro campioni che rappresentano 4 tipi di terreno prelevati da aree geografiche diversi effettuata con il Mastersizer, uno strumento di facile utilizzo per la misura della distribuzione granulometrica e la determinazione della tessitura del terreno.


I principi base dell’analisi granulometrica

Che cos’è una particella? Sembra una domanda stupida, e invece è fondamentale per valutare i risultati di granulometria ottenuti da tecniche diverse. Le procedure di dispersione e la forma dei materiali rendono l’analisi granulometrica una materia più complessa di quanto si possa immaginare.


Determinare la tessitura dei terreni con la granulometria a diffrazione laser

Comprendere i processi chimici, fisici e biologici che avvengono nel suolo permette di ottimizzare l’uso dei terreni per diversi settori come l’agricoltura, i trasporti e lo sviluppo urbano. Una delle proprietà dei terreni che ne determina l’idoneità ai diversi utilizzi è la tessitura, che dipende dalla dimensione delle particelle dei minerali presenti nel terreno. La tessitura può essere misurata attraverso la granulometria delle particelle di minerali presenti nello stesso. Approfondisci i risultati dell’analisi granulometrica di quattro campioni che rappresentano 4 tipi di terreno prelevati da aree geografiche diversi effettuata con il Mastersizer, uno strumento di facile utilizzo per la misura della distribuzione granulometrica e la determinazione della tessitura del terreno.


Mastersizer 3000 vs. Mastersizer 2000

10 aspetti da considerare nel passare da un Mastersizer 2000 ad un Mastersizer 3000. Questo documento sottolinea le nuove capacità del Mastersizer3000 e evidenzia il supporto che Malvern fornisce per aiutare i clienti nel trasferimento metodi dal Mastersizer 2000 al nuovo strumento.


11 aspetti da considerare nel acquisto di un granulometro laser

Quando si acquista un nuovo strumento si vorrebbe essere rassicurati su diversi aspetti, come ad esempio che lo stesso modello sarà disponibile quando l'azienda ne vorrà acquistare un secondo per un Controllo Qualità, un'espansione del laboratorio o per un altro sito produttivo...


Metallurgia delle Polveri: soluzioni di caratterizzazione della polvere

Il processo di produzione della polvere e le proprietà della polvere ottenuta sono di fondamentale importanza e intrinsecamente connesse. La scelta dell’iter di produzione della polvere dipende dal metallo/ lega, dal processo di metallurgia e delle proprietà della polvere che sono richieste per quel processo. Le proprietà chiave per la polvere sono la distribuzione dimensionale delle particelle, la loro forma, la struttura del materiale e la superficie specifica. Il documento descrive le soluzioni di caratterizzazione offerte dalla Malvern Instruments.


Confronto di polveri metalliche da processi di atomizzazione differenti

La produzione di parti metalliche con forme complesse con processi di Metal Injection Molding (MIM) rappresenta un'industria in crescita. La dimensione e la forma delle polveri metalliche giocano un ruolo importante nell'efficienza del processo e nelle proprietà finali dei componenti MIM. Tipicamente in produttori MIM guardano con favore polveri con particelle sferiche perché consentono di ottenere le migliori proprietà e tolleranze nei componenti. Di conseguenza è fondamentale monitorare le polveri atomizzate per assicurare l'ottenimento di dimensioni e forme desiderate.


Analisi granulometrica: il tuo campione si sta disperdendo o macinando? Lo intuisce l'Hydro Sight

Un risultato granulometrico accurato non può prescindere da una dispersione efficiente del campione. Ma capire se il campione se si stanno disperdendo degli aggregati o se le particelle si stanno rompendo a macinando non è sempre semplice. L'accessorio Hydro Sight per i granulometri laser Mastersizer consente di capirlo...


Misure rapide della granulometria del caffè durante le operazioni di macinazione

L'abilità di misurare in maniera veloce e riproducibile la distribuzione granulometrica del caffè macinato è di estrema importanza per assicurare che la qualità del caffè venga mantenuta nel tempo durante le operazioni di macinazione...


La tessitura dei terreni

La tessitura di un terreno è una proprietà che ne determina la sua adattabilità per diversi utilizzi. Essa dipende dalla granulometria del materiale minerale presente nel suolo. Ad esempio un suolo contenente particelle grandi fornisce un maggior drenaggio mentre uno con particelle piccole trattiene più il liquido, caratteristiche queste molto importanti ad esempio nell'uso dei fertilizzanti. In un suolo molto drenante l'uso di troppo fertilizzante può farlo percolare nelle acque sotterranee causando un danno ambientale....


Quaderno Alfatest 8 - Granulometria Laser: la teoria di Mie compie 100 anni

Alla fine degli anni ‘70 furono introdotti sul mercato i primi Granulometri Laser. La teoria di Mie, che descrive in modo completo il fenomeno dello Scattering della luce da parte di particelle sferiche, era già ben nota, ma non fu possibile utilizzarla per la tecnologia dei computer dell’epoca....


Quaderno Alfatest 4 - Granulometria laser: Campionamento e modalità di analisi – validazione e creazione di SOP’s

Il campionamento una operazione critica sia che si abbia a che fare con sospensioni sia con polveri asciutte. Per quest’ultime, quando scegliere un’analisi a secco e quando in sospensione?


Quaderno Alfatest 3 - Granulometria laser: teorie di calcolo e rivelatori

Vengono affrontate la teoria di Mie e la semplificazione di Fraunhofer, la struttura ottimale per un rivelatore. Il tutto anche in relazione alle indicazioni fornite dalla ISO13320.


Quaderno Alfatest 2 - Granulometria, i vari metodi di misura

In questa sezione vengono presi in esame vantaggi e svantaggi dei metodi più comuni: granulometria a diffrazione laser, sedimentazione, setacci, microscopia, electrozone sensing…


Quaderno Alfatest 1 - Principi base dell’analisi granulometrica

Cos’è una particella? Sembra una domanda stupida ma è fondamentale nel valutare i dati granulometrici provenienti da tecniche diverse. Le procedure di dispersione e la forma dei materiali rendono l’analisi granulometrica più complessa di quanto si pensi

Richiedi informazioni sul prodotto

Ho letto e compreso la Privacy Policy

 Accetto il trattamento dei dati per l'invio di informative tecniche e inviti agli eventi.